Condividi questa storia!

Scarica l’app MyMagazine!

Durante il “Data Talks” del 13 marzo a Roma, evento organizzato da Culture (https://culturesrl.eu) con il Parlamento europeo e la Commissione europea, è stata messa in luce la potenzialità rivoluzionaria dei dati e dell’intelligenza artificiale generativa nel campo medico. Gli esperti hanno sottolineato come dati e IA possano non solo accelerare la ricerca e rendere le terapie più efficaci, ma anche come sia fondamentale mantenere un forte impegno etico e una rigorosa protezione dei dati personali.

La conferenza ha evidenziato l’importanza vitale della raccolta e della gestione dei dati sanitari, seguendo le linee guida del nuovo decreto Pnrr, e ha esplorato le vie per una loro gestione innovativa che garantisca privacy e accessibilità universale alla salute.

Il progetto “European Health Data Space (EHDS)” è stato uno dei punti focali dell’incontro, presentato come una pietra miliare per l’infrastruttura tecnologica necessaria a facilitare lo scambio dei dati sanitari in Europa. L’obiettivo è trovare il giusto equilibrio tra diritto alla salute e tutela dei dati personali, offrendo nuove possibilità per la ricerca e l’innovazione nel rispetto della privacy.

Rilevanti sono state le riflessioni di Antonio Parenti, Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, e di Simona Loizzo, Presidente dell’Intergruppo parlamentare per la sanità digitale, che hanno ribadito l’importanza dei dati sanitari come risorse preziose per migliorare la qualità delle cure, sostenere la ricerca e sviluppare nuove terapie.

Si è anche delineato l’ecosistema dei dati sanitari, composto dal Fascicolo Sanitario Elettronico, dalle piattaforme di telemedicina nazionali e regionali, e dai servizi minimi di telemedicina, sottolineando come tali strumenti possano rendere il cittadino un partecipe attivo nel proprio percorso di cura.

Infine, è stato evidenziato il ruolo cruciale del recente decreto Pnrr, approvato il 26 febbraio 2024, che potenzia le competenze di Agenas nella raccolta e gestione dei dati sanitari sui servizi di Telemedicina e Intelligenza Artificiale, promettendo un futuro in cui la medicina sarà più efficiente, inclusiva e rispettosa della privacy individuale.

Il Data Talks si è svolto in una giornata importante, quella dell’approvazione da parte del Parlamento Europe della prima legge al mondo sull’intelligenza artificiale, l’AI Act. (https://www.europarl.europa.eu/doceo/document/A-9-2023-0188_EN.pdf)

Felicia Pelagalli