Condividi questa storia!

Scarica l’app MyMagazine!

Federsanità, il programma di D’Alba per rafforzare il ruolo e tutelare il SSN

Fabrizio D’Alba è stato eletto oggi, 11 giugno 2024, nuovo presidente di Federsanità, la federazione che rappresenta le aziende sanitarie locali, ospedaliere e gli Irccs pubblici. Il manager, attuale direttore generale del Policlinico Umberto I di Roma, ha presentato un ambizioso programma per il quinquennio di mandato, volto a rafforzare il profilo istituzionale dell’associazione e tutelarne il ruolo di difesa dei principi del Servizio Sanitario Nazionale.

Un punto qualificante è la revisione dello statuto, per armonizzare le regole a livello nazionale e regionale e definire un’identità comune. D’Alba punta anche ad accrescere la visibilità della “squadra” di presidenza come rappresentanza istituzionale, rafforzando il ruolo propositivo dei Forum di Direttori Generali ed Enti Locali.

Sulla gestione interna, è prevista un’ottimizzazione delle risorse umane, strutturali e dei fornitori, con lo sviluppo di partnership con soggetti privati e la regolamentazione delle sponsorizzazioni. L’obiettivo è strutturare Federsanità per partecipare a bandi di progetto nazionali ed europei.

Grande rilievo è dato allo sviluppo di aree tematiche strategiche come capitale umano, PNRR, assistenza ospedaliera e territoriale, responsabilità sanitaria, prevenzione, oncologia e intelligenza artificiale. Per ognuna saranno istituiti referenti strategici e operativi, favorendo il confronto con esperienze internazionali e istituzioni.

Sul fronte territoriale, D’Alba punta al consolidamento nelle regioni esistenti e all’ingresso in quelle mancanti, con un percorso di collaborazione con ANCI Salute in Lombardia. Comunicazione e formazione saranno valorizzate come leve di cambiamento.

È prevista un’Assemblea annuale di rendicontazione del presidente e dei presidenti regionali sul raggiungimento degli obiettivi di mandato. Altro punto qualificante è la creazione di reti e “luoghi” di confronto per le comunità professionali di aziende pubbliche e comuni.

Sui rapporti con FIASO, l’altra grande federazione di aziende sanitarie pubbliche, D’Alba persegue complementarietà su temi specifici e convergenza/sinergia su temi comuni di interesse generale.

Un programma ambizioso per rafforzare Federsanità come interlocutore autorevole, in grado di contribuire alla tutela dell’universalità e sostenibilità del SSN, attraverso un’azione sinergica con il territorio e il consolidamento di competenze multidisciplinari.