Condividi questa storia!

Scarica l’app MyMagazine!

Il noto imprenditore e divulgatore digitale Marco Montemagno ha recentemente condiviso un post su LinkedIn che ha suscitato un vivace dibattito sui pregiudizi inconsapevoli che tutti noi possiamo avere. Il post, accompagnato da un video esplicativo, esplora come questi pregiudizi influenzino il nostro modo di pensare e agire senza che ce ne rendiamo conto [Clicca QUI e vai al post].

I commenti al post hanno evidenziato quanto il tema sia sentito e diffuso. Molti utenti hanno condiviso le proprie esperienze e riflessioni, sottolineando come i pregiudizi siano spesso basati su stereotipi riguardanti razza, genere, età, aspetto fisico e altre caratteristiche personali.

Antonio Carriero ha osservato che “i pregiudizi sono giudizi preconcetti che influenzano negativamente le nostre interazioni e decisioni”, e che “riconoscere e affrontare i pregiudizi è fondamentale per costruire una società più equa e inclusiva”. Alessandro Resch ha notato come spesso questi pregiudizi derivino da “un più elementare e subumano ragionamento fatto in base alle dimensioni visibili e apparentemente quantificabili”, senza una vera analisi o riflessione.

Altri utenti hanno portato esempi concreti, come l'”effetto costa di più, quindi è di migliore qualità”, citato da Bettina D. come una scorciatoia mentale spesso sfruttata per manipolare le scelte dei consumatori. Stefano Franscella ha ricordato che esistono pregiudizi anche sull’abbigliamento, e che “purtroppo il nostro mondo è pieno di persone che non sanno riconoscere le persone per quello che sono e sanno fare e dare”.

Il post di Montemagno ha anche suscitato riflessioni più profonde sul concetto stesso di pregiudizio. Alessio Zaccagnini ha invitato a distinguere tra “pre-giudizio”, inteso come un primo pensiero potenzialmente errato, e “giudizio” vero e proprio. Evita Ursino Lomoio si è chiesta se a volte i pregiudizi non possano essere indotti proprio nel momento in cui si forza una riflessione su di essi.

In conclusione, il dibattito generato dal post di Marco Montemagno ha messo in luce quanto i pregiudizi inconsapevoli siano un tema attuale e rilevante. Riconoscerli e affrontarli richiede consapevolezza, impegno e la volontà di mettere in discussione i propri schemi di pensiero. Solo così potremo costruire una società più giusta e inclusiva, liberandoci dai condizionamenti che, spesso senza saperlo, influenzano le nostre scelte e i nostri comportamenti.