Condividi questa storia!

Scarica l’app MyMagazine!

Nell’era digitale, i direttori generali delle aziende sanitarie si trovano di fronte a una sfida cruciale: cogliere le opportunità offerte dalle nuove tecnologie per migliorare l’assistenza ai pazienti e l’efficienza operativa. Questo processo richiederebbe una visione strategica che vada oltre la semplice valutazione dei costi e dei benefici immediati.

Un direttore generale agile dovrebbe saper guardare al futuro, analizzando le tendenze applicative delle tecnologie a livello nazionale e internazionale. Solo così potrebbe evitare di investire in soluzioni destinate a diventare rapidamente obsolete. Certamente, il compito non è semplice, considerando i lunghi tempi di adozione delle nuove tecnologie e le complesse procedure di procurement.

Valutare le Opzioni con Attenzione

La scelta delle giuste soluzioni tecnologiche potrebbe rivelarsi un’arte difficile. Non basterebbe un’analisi dei costi: sarebbe necessario considerare gli impatti organizzativi, la formazione del personale, i tempi di implementazione e la flessibilità delle soluzioni. Il direttore generale dovrebbe fare affidamento sui suoi manager di settore, ma anche sviluppare una visione strategica e di governance adeguata.

Gestire il Cambiamento Organizzativo

Una volta selezionate le tecnologie appropriate, il direttore generale si troverebbe ad affrontare la sfida dell’implementazione. Questo implicherebbe una gestione attenta del cambiamento all’interno dell’organizzazione, garantendo che il personale sia adeguatamente formato e che le nuove soluzioni siano integrate senza interruzioni nei processi esistenti. Organizzazioni come HIMSS offrono modelli di adozione come l’INFRAM, che fornirebbero una roadmap per migliorare l’infrastruttura tecnica riducendo i rischi.

La Fase Progettuale

Un Ruolo Cruciale Durante la fase di implementazione di nuove tecnologie, il ruolo del direttore generale sarebbe fondamentale, anche se la responsabilità del project management fosse affidata a un professionista di fiducia. Sarebbe il direttore generale, infatti, ad avere la capacità di superare le difficoltà interne ed esterne che potrebbero presentarsi durante il cammino del progetto.

Coinvolgere il Personale sarebbe Essenziale

L’introduzione di innovazioni digitali comporterebbe spesso resistenze all’interno dell’organizzazione. Alcuni dipendenti, abituati a metodologie consolidate, potrebbero essere riluttanti ad abbracciare il cambiamento. In questi casi, il direttore generale dovrebbe fare leva sulla sua leadership e sulle sue capacità di comunicazione per coinvolgere attivamente il personale, spiegando i benefici delle nuove soluzioni e promuovendo una cultura aperta all’innovazione.

Collaborare per Superare gli Ostacoli

Oltre alle sfide interne, il direttore generale dovrebbe essere pronto ad affrontare gli ostacoli esterni che possono rallentare o complicare l’implementazione delle nuove tecnologie. Questi potrebbero includere vincoli normativi, problemi di integrazione con sistemi esistenti o ritardi nelle forniture di hardware e software. In queste situazioni, il direttore generale dovrebbe dimostrare flessibilità e problem-solving, adattando il piano di attuazione e collaborando con le parti interessate esterne per superare gli ostacoli.

Mantenere una Visione d’Insieme

Durante la fase progettuale, sarebbe facile perdere di vista la visione strategica che ha guidato la scelta delle nuove tecnologie. Il direttore generale dovrebbe evitare questo rischio, mantenendo un approccio olistico e ricordando costantemente agli stakeholder gli obiettivi a lungo termine dell’innovazione digitale. Questo aiuterebbe a superare le difficoltà contingenti e a mantenere il progetto allineato con la strategia complessiva dell’azienda.

Dopo l’implementazione, il lavoro del direttore generale non si esaurirebbe. Egli sarebbe infatti responsabile del controllo continuo delle tecnologie adottate, assicurandosi che rispettino gli standard promessi in termini di performance e sicurezza. Se necessario, dovrebbe gestire gli aggiornamenti o le modifiche per ottimizzare l’efficacia e l’efficienza. HIMSS potrebbe offrire strumenti di valutazione della maturità digitale che aiutano a misurare e migliorare continuamente le capacità digitali delle organizzazioni sanitarie.

Un Approccio di Squadra

L’innovazione digitale rappresenta un elemento trasformativo chiave nelle aziende moderne, e il suo successo dipenderebbe significativamente dalla collaborazione tra diverse figure dirigenziali. Il direttore generale stabilisce la visione strategica, integrando le nuove tecnologie con gli obiettivi aziendali a lungo termine. Il direttore amministrativo gestirebbe le risorse finanziarie e umane necessarie, mentre i manager di settore implementerebbero soluzioni specifiche nei loro dipartimenti, migliorando l’efficienza, la produttività e l’esperienza dei pazienti.

Una Strategia ben Definita

L’introduzione dell’innovazione digitale richiederebbe una strategia ben definita e lo sviluppo di competenze specifiche. Innanzitutto, sarebbe fondamentale comprendere chiaramente gli obiettivi da raggiungere, come miglioramenti nell’efficienza operativa e nell’esperienza dei pazienti. Parallelamente, sarebbe necessario investire nella formazione e nello sviluppo delle competenze digitali dei dipendenti. Solo così si potrebbe valutare correttamente le tecnologie esistenti e scegliere nuove soluzioni che possano portare un vantaggio competitivo. Infine, sarebbe essenziale implementare sistemi per misurare l’impatto dell’innovazione digitale e utilizzare incentivi come crediti di imposta per facilitarne l’adozione.

Creare una Comunità di Conoscenza

Per supportare gli sforzi dei direttori generali nel guidare la trasformazione digitale, si potrebbe proporre l’organizzazione di momenti di lavoro e confronto tra gli Ambassador e i responsabili delle diverse funzioni tecniche aziendali ed esperti di settore. Questi incontri, focalizzati sull’esposizione delle novità tecnologiche più importanti, faciliterebbero lo scambio di conoscenze e l’analisi dell’applicabilità delle innovazioni all’interno delle aziende. L’obiettivo sarebbe creare un ambiente collaborativo in cui i professionisti possano condividere esperienze e competenze, valutare l’adozione di nuove tecnologie e promuovere partnership strategiche.

Il successo nell’adozione delle tecnologie digitali richiede direttori generali informati, proattivi e strategicamente agili. La gestione efficace di questi processi sarebbe essenziale per trasformare le opportunità tecnologiche in risultati tangibili che migliorino l’operatività e i servizi ai pazienti.